Ci lascia, a 84 anni, uno dei più grandi intellettuali italiani dell’ultimo secolo

Umberto EcoUmberto Eco ci lascia all’ età di 84 anni, compiuti lo scorso 5 gennaio. Con lui il mondo intero perde uno dei più grandi scrittori dell’ ultimo secolo. Nato ad Alessandria nel 1932, dopo aver conseguito la maturità classica, nel 1954 si laureò in filosofia e nello stesso anno fu assunto assieme ad alcuni suoi giovani colleghi dalla Rai, che cercava nuove idee per programmi televisivi. Un’attività che lascerà ben presto, iniziando a collaborare con numerose riviste e allo stesso tempo dedicandosi alla produzione di propri libri, il primo dei quali fu “Opera Aperta” che ebbe un considerevole successo in Italia e all’estero. Umberto Eco, tuttavia, raggiunse l’apice del successo con il best seller internazionale, pubblicato nel 1980, “Il nome della rosa”, il primo romanzo, un giallo, dopo numerosi trattati di semiologia, che riscosse un incredibile successo anche grazie all’omonimo film ispirato al libro, del 1986, che vinse numerosi premi. Negli ultimi anni Eco si era dedicato anche alla politica senza, tuttavia, farsi irretire dai suoi meccanismi.

Profondo cordoglio per la scomparsa di Umberto Eco è stato espresso dal mondo della politica. Così, il ministro dei Beni e delle Attività culturali, Dario Franceschini, ha scritto su Twitter: “Ci ha lasciato Umberto Eco. Un gigante che ha portato la cultura Italiana in tutto il mondo. Giovane e vulcanico fino all’ultimo giorno”. Anche il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha scritto: “Esempio straordinario di intellettuale europeo, univa una intelligenza unica del passato a una inesauribile capacità di anticipare il futuro”.

Facebooktwittergoogle_plus