Da un po’ di anni il Comitato Olimpico Internazionale ha iniziato ad interessarsi al mondo degli eSports. Di cosa si tratta?

Con il termine eSports si indicano le competizioni di videogiochi di livello professionistico, che vanno dal genere strategico a quelli che simulano la realtà. Negli ultimi anni l’interesse verso questo mondo è cresciuto notevolmente, grazie anche al coinvolgimento di numerose celebrità ed eventi che hanno attirato milioni e milioni di persone con un conseguente impatto economico. Infatti solo nel 2020 ci sono state competizioni con montepremi di più di 20 milioni di dollari! Tra i titoli più famosi ci sono sicuramente i giochi che simulano il calcio: Fifa e Pes. Quest’ultimo è un vero e proprio campionato mondiale in cui videogiocatori di tutto il mondo si affrontano 11vs11 in un campo da calcio virtuale. Un esempio di questi campionati è presente in Italia con squadre eSport finanziate da vere squadre di calcio!

Ma il gioco che in assoluto ha fatto esplodere il mondo eSports è  League of Legends. Si tratta di un gioco  di strategia in cui due squadre di cinque potenti campioni si affrontano per distruggere la base degli avversari. Durante il campionato mondiale 2020 questo gioco ha raggiunto il picco di 46 milioni di spettatori simultanei, ottenendo, così, la targa di evento eSport più visto dell’anno!

In tanti si chiedono, tuttavia, se gli eSports si possano considerare un vero e proprio sport.

In Italia, l’attuale presidente del Coni Giovanni Malagò durante un’intervista risalente al 19 Novembre del 2017 dichiarò:  “Pensare che gli eSports siano veri e propri sport è una barzelletta, e non riusciranno mai ad essere considerati disciplina olimpionica!”. Probabilmente non aveva tenuto conto dell’evoluzione alla quale si andava in contro. A solo quattro di distanza da quella sua affermazione, infatti, gli eSports sono considerati veri e propri sport e i videogiocatori professionisti sono atleti a tutti gli effetti. Ora manca soltanto il passaggio a disciplina olimpionica, tentativo che sarebbe dovuto andare a segno già nelle Olimpiadi di Tokyo 2020, purtroppo annullate per via della pandemia, ma ci si aspetta un debutto nelle Olimpiadi del 2028 che si terranno a Los Angeles.

Facebooktwitter